Qua e là

http://iamarf.org/2013/04/15/le-conclusioni-di-un-articolo-su-linf12-per-didamatica-2013-ltis13/

” I giovani oggi si servono della tecnologia con grande disinvoltura, al punto da vivere due vite parallele, una reale e l’altra virtuale, una di qua e una di là. È un fatto; come è un fatto che scuola e famiglia, salvo eccezioni, siano rimaste di qua. E se in senso lato il compito della scuola è quello di educare ad abitare consapevolmente e produttivamente nel mondo, è evidente che ci troviamo di fronte ad un problema, perché la scuola ignora una buona metà del mondo nel quale, di fatto, le nuove generazioni già abitano.”

É vero, lo percepisco questo di qua. Così come vedo loro di là .
Ma mi dicono che tanto si può fare poco. La scuola é in un non luogo: nella terra di nessuno, dove ci si guarda in cagnesco,da lontano, le famiglie nel qua, là loro, gli adolescenti.

Io non ci credo, loro sono anche un nostro riflesso. Perché mi devo arrendere ?
La società ci ha affidato un ruolo. Non mi sento né voglio rinunciare. Ci voglio essere anche io, di là, almeno con un piede.

Advertisements

About sabinaminuto

Insegno lettere nella scuola secondaria di II grado.
This entry was posted in Pensieri and tagged . Bookmark the permalink.

2 Responses to Qua e là

  1. Andreas says:

    La scuola [attualmente] si trova in un non luogo, una terra di nessuno… interessante questa immagine…

  2. grandipepe says:

    questa sera potrei solo sferrare un terribile giudizio sul pianeta scuola… w gli insegnanti che amano il loro lavoro e sono ri-amati

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s