Ancora di qua

Incredula per quello che sta succedendo al nostro paese, mi rifugio nel lavoro per dimenticare

Cerco ferocemente di stare al passo, ma che fatica! Come fate voi? Mi sto perdendo nelle migliaia di stimoli che dal villaggio mi bombardano ogni attimo. Mi sono già iscritta a altri siti trovati navigando nei vostri blog e scopro un mondo sconosciuto (a me), fino ad ora. Mi piace tutto.

Ma dove ero? Dove eravamo noi della mia scuola? Che abbiamo fatto in questi anni? Io ho provato ad aggiornarmi ma quasi ostacolata dal sistema, non incoraggiata. Mi sento una estranea digitale. E gli studenti nel frattempo? Non voglio essere disfattista ma sono un po’ perplessa. E’ come se nel di qua, dalla vita e dal mondo vero, ci stessi io, la scuola, la professione tutta. Il mondo è là ma io, almeno, non riesco a prenderlo.

Di sicuro so che devo mantenere una direzione, quella che mi interessa di più, e così cercherò di fare.

Advertisements

About sabinaminuto

Insegno lettere nella scuola secondaria di II grado.
This entry was posted in Pensieri and tagged . Bookmark the permalink.

3 Responses to Ancora di qua

  1. didatticarte says:

    Ciao Sabina
    anche io mi lascio coinvolgere dal turbine di novità sapendo che la vita reale è rimasta molto indietro. Ma so anche che ne ho poca colpa: dopo una bella sperimentazione di didattica digitale due anni fa (con LIM, ipertesti e tanto lavoro in gruppo da parte degli studenti) sono finita in una scuola senza laboratori informatici, senza LIM, con un dirigente che per compiacere i librai vuole boicottare la didattica digitale e con alunni molto restii ad utilizzare il computer per qualcosa di diverso dal chattare…
    Il rinnovamento non può passare solo da uno di noi. Se a scuola non riusciamo a formare un gruppo trainante non abbiamo grandi speranze. Sono anch’io molto perplessa. Imparo e immagino cose nuove ma sono costretta a continuare le mie ordinarie lezioni frontali.
    Buon lavoro!
    Emanuela

    • sabinaminuto says:

      Ciao Emanuela,
      Sono felice, se così si può dire, che anche altri siano nella mia situazione! Da quando mi aggiro nel villaggio pensavo di essere rimasta l’ultima, nell’ultima scuola alla periferia dell’impero.
      Grazie della com – partecipazione.
      Keep in touch
      Sabina

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s