Tablet, totem e tabù (L’irresistibile ascesa dei barbari digitali)

prof zero.zero

Tablet, totem e tabù

(L’irresistibile ascesa dei barbari digitali)

 

S’è fatta notte, e i barbari non sono più venuti.
Taluni sono giunti dai confini,
han detto che di barbari non ce ne sono più.
E adesso, senza barbari, cosa sarà di noi?
Era una soluzione, quella gente.
(da Aspettando i barbari, di Konstantinos  Kavakis, traduzione di Filippo Maria Pontani)

Quante volte, anche sul limitare inquieto delle sale insegnanti, abbiamo sentito dire che i ragazzi sono sempre più insipienti e demotivati? E quante volte la presunta inconsistenza cognitiva degli alunni è stata imputata all’ennesima moda tecnologica?

La tecnologia, insomma, diviene spesso il comodo alibi per l’insuccesso formativo e gli adolescenti di turno vengono tacciati di fannullaggine culturale perché – a seconda tempi – passano troppe ora davanti alla tv, ai videogiochi o al computer. E così, ultimamente, ad essere presi di mira dagli strali di certi integralisti dell’educazione sono stati…

View original post 2,088 more words

Advertisements

About sabinaminuto

Insegno lettere nella scuola secondaria di II grado.
This entry was posted in Pensieri. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s