Flash book mob e testa ben fatta

“Attraverso la scrittura e la stampa, la memoria è cambiata al punto che Montaigne preferiva “una testa ben fatta” a “una testa ben piena”.Questa testa sta cambiando ancora una volta….I ragazzi abitano il virtuale e le scienze cognitive mostrano che l’uso della rete, la lettura e scrittura di messaggi con il pollice, la consultazione di wikipedia o di facebook non eccitano gli stessi neuroni né le stesse zone corticali attivati da libri, lavagne e quaderni.I ragazzi non conoscono, né integrano, né sintetizzano come noi, che siamo i loro genitori, nonni, insegnanti.
Non hanno più la stessa testa.
Adesso la pedagogia cambia totalmente con le nuove tecnologie.
Di un mutamento così decisivo dell’insegnamento sentiamo di avere un bisogno urgente, anche se ne siamo ancora lontani”
“Non è un paese per vecchi” M. Serres

Credo leggerò questo al nostro flash book mob

Advertisements

About sabinaminuto

Insegno lettere nella scuola secondaria di II grado.
This entry was posted in Didattica, Pensieri and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s