Conferences

Si chiamano consulenze.

In pratica sono quelle che il docente ( io) faccio nelle sedute del laboratorio di scrittura.

Aggirandomi fra i banchi nel ( quasi) silenzio del mio istituto professionale noto e annoto. Mi avvicino, sfioro spalle, guardo occhi, domando e ascolto. Difficile resistere a quelli che ti chiamano sempre. Devo curare tutti, anche i timidi.

Oggi ho provato a dare risposte a problemi diversi.

Ho costruito prima sulla lavagna la cassetta degli attrezzi del poeta ( tutte ML già svolte). Siamo meccanici, in fondo.

Poi ho ragionato con uno studente che “non riesce a scrivere” , uno che ha scritto tre poesie diverse ma ricomincia sempre da capo, uno che sta facendo un grandissimo lavoro di revisione, puntuale e accurato.

Al primo ho consigliato di rivedere di nuovo tutti gli attivatori e provare a fare un film nella testa di quello che vede e vuole trasmettere con la sua poesia. Lavora sul tema e sulla focalizzazione.

Ad A. che butta giù testi ma non è mai contento ho detto chiaramente che la poesia precedente era centrata e che poteva lavorare su quella. Poi mi ha fatto leggere lo schema “Semi non cocomeri” sull’Etiopia, il suo paese. E ho convenuto che pure lì c’era materiale bellissimo.

Con P. che non sapeva decidersi ho adottato il sistema di leggere la sua composizione nello share time. Un gran silenzio e sull’ultimo verso “ Qui non si capisce. Che vuoi dire?”

P. conferma di avere ancora qualcosa da limare e di voler cambiare metafora. Occhiali del lettore, si chiamano.

Mentre questo succede G. spontaneamente si alza e gira tra i banchi. “Do qualche consiglio prof. Io ho finito” Ha inventato da solo la consulenza tra pari. Nemmeno l’avevo ancora introdotta.

Ecco. Il mio giorno da IWT è finito.

Non tanto prodotto, ma

molto percorso.

Advertisements

About sabinaminuto

Insegno lettere nella scuola secondaria di II grado, a Savona, a metà strada tra il mare e le montagne. Collaboro con il gruppo IWT, per cui sono anche formatrice. Mi interesso di teatro sociale con T21. Viaggio. Scrivo.
This entry was posted in Pensieri. Bookmark the permalink.

One Response to Conferences

  1. soudaz says:

    Fai un grande lavoro e i tuoi allievi sentono quanto ci credi e ti rispondono.
    Magnifico
    Brava. Bravi tutti

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s